Due settimane su wordpress

Oggi sono due settimane che sono su WordPress, sono stati i quindici giorni più particolari degli ultimi tempi. Non so come funzionino le statistiche per gli altri, magari le mie sono fin poche, ma, per me, aver avuto 600 visualizzazioni sulla mia pagina,dove ci sono pensieri scritti da me, sembra davvero un miracolo!

Ho già avuto un blog, ai tempi di Messenger, ma, in tutti quegli anni, non ho mai scritto qualcosa di mio pugno, mi limitavo a incollare pensieri e frasi di altra gente, ben più famosa e brava di me.

Ho iniziato a scrivere all’età di 6 anni, quando mi è stato regalato il mio primo diario segreto, e, fino a due settimane fa, i miei scritti sono rimasti  tali, segreti. Ovviamente c’è la possibilità che mia madre,nel corso degli anni, si sia letta tutti i miei diari,che avevo incautamente lasciato in una scatola nell’armadio, insieme alla chiavi di tutti i lucchetti, ma mi auguro di no. Non so bene quanti ne ho scritti, credo siano una ventina o anche di più. Da ragazzina scrivevo sempre, portavo carta e penna nella borsa e appena si presentava l’occasione, non importava dove fossi, mi isolavo da resto del mondo e lasciavo che i pensieri scorressero dalla mente fino alla mano. Scrivevo molto meglio di adesso, ero sempre in allenamento.

A 20 anni ho smesso, non ho più scritto né letto una riga, tranne che per prepararmi agli esami dell’università. 

Credo che la mia intolleranza nei confronti del mondo sia iniziata in quel momento, quando ho abbandonato l’unica cosa che mi piaceva fare, e che , forse, averebbe potuto darmi qualche soddisfazione nella vita.

Sono diventata sofferente, mogia e cupa. E sopratutto invidiosa di chi è sicuro di sé, di chi si espone, di chi si esprime attraverso la propria arte senza paura. Invidiosa di chi ottiene ciò che vuole. Invidiosa di ciò che io non sono. Credo che essere invidiosi sia una cosa orribile, e dopo aver avuto una terribile esperienza di mobbing finita 6 mesi fa, ho deciso di riprendere in mano la mia vita e di provare ad essere felice. E per me non esiste felicità senza scrittura.

Quando ero in quinta elementare, la maestra ci ha fatto fare un tema “sei seduto in riva al mare, cosa vedi e cosa senti”. Non ricordo cosa avessi scritto in quel tema, mi è rimasto impresso nella memoria il voto : un OTTIMO scritto in rosso a caratteri cubitali , seguito da una lunga fila di punti esclamativi e tutto sottolineato. Ricordo ancora l’emozione e l’incredulità che provai di fronte a quei complimenti e, come ogni favola che si rispetti, il mio momento di gloria non era ancora finito. La maestra mi ha portato con lei in ogni classe della scuola, dove ha letto il mio tema con la sua voce forte, chiara e limpida, facendo assumere alle mie parole uno spessore e una potenza mai sognata. Quello è stato il mio momento, in quei minuti ho capito cosa avrei voluto fare nella vita : scrivere.  Ricordo le facce dei miei compagni,mi guardavano con meraviglia e con una punta di ammirazione, avranno pensato che, forse, la ragazzina con le trecce seduta in fondo all’aula, quella che non parlava mai e che loro chiamavano scimmia, qualcosa la sapeva fare, e pure bene.

Per me,quindi, aprire un blog è un passo avanti nella direzione giusta. E vi sono infinitamente grata per tutti i vostri commenti, mi hanno resa davvero felice.

Annunci

58 pensieri su “Due settimane su wordpress

  1. sai nelle tue righe mi sono riletta…anche io ho aperto da pochissimo questo blog e anche a me sembra impossibile che le persone leggano le mie parole e ne traggano anche piacere…la mia è stata una scommessa, un tentativo di provare a realizzare il mio sogno che, a quanto pare, ho con te in comune. Tu hai una scrittura molto bella, piena, emotiva..è un piacere leggerti… E magari te lo dice la persona meno appropriata ( non ho esperienza se non quella delle penne consumate a scrivere negli anni), ma ci vedo un cuore nelle tue parole.

    Liked by 1 persona

    • Sai, nella vita reale non conosco nessuno che ami scrivere, per questo sono molto affascinata da quello che hai scritto, e sono anche molto curiosa di conoscere com’ è nata in te la passione per la scrittura e come pensi di raggiungere questo sogno che ci accomuna!

      Mi piace

      • come è nata…bella domanda…considera che io sono una lettrice accanita. Leggo sempre, ovunque e comunque. Mia madre mi ha trasmesso questa passione da quando ho iniziato a saper leggere. Sono un persona socievole, amo il contatto con gli altri, ma, al contempo, riesco ad essere davvero me stessa solo quando scrivo. L’ho sempre fatto, frasi, racconti, lettere. Ecco soprattutto lettere. Ho 33 anni, quando ero ragazza io gli sms non esistevano e con le amiche e gli amici ci si scambiavano lettere. Erano gli anni dei pen-friends. Mi hanno sempre detto che le mie frasi facevano emozionare, ho sempre scritto lettere per gli altri, per le ricorrenze ed oggi, che sto rieditando ( passarmi il termine, ma ci sta!!!) la mia vita, sto provando a mettere mano a questo sogno. Il blog è un primo passo, una valutazione delle risposte altrui, oltre che un esercizio di scrittura. Poi…beh, al momento ho partecipato ad un piccolo concorso letterario ( nulla di eccezionale) e sono tra i finalisti e poi mi sto iscrivendo a qualche corso di scrittura ( credo che la tecnica vada comunque appresa, indipendentemente dal cuore, che quello ce l’hai o meno)… Per il resto IO SOGNO….e spero….grazie per le tue belle parole

        Mi piace

      • che bello, mi emoziona leggerti perché condivido ogni lettera!!
        Ogni tanto penso anch’io alla possibilità di partecipare a qualche concorso letterario, ma mi terrorizza l’idea della competizione. Io sono l’opposto di una persona competitiva. Che concorso è? cos’hai scritto? sono curiosa 🙂
        e i corsi di scrittura dove li fa?

        Mi piace

      • il concorso si chiama “montesilvanoscrive” se vai su Facebook trovi i racconti, il mio è il n.103, “un buco nell’anima”…credo che da qui a qualche giorno lo metterò anche sul blog. Beh io sono competitiva, lo dico senza falsa modestia e con umiltà, perché non sempre è una qualità. Il corso di scrittura creativa che frequenterò a settembre lo organizza una libreria della zona ( abito in Abruzzo)!

        Mi piace

      • essere competitivi è meglio che essere come me : impaurita e convinta di aver già perso in partenza! Questa visione poco ottimista mi blocca anche la composizione creativa e il flusso di idee, purtroppo!

        Mi piace

      • ah no, per quello detengo il monopolio io…io non ritengo assolutamente di essere capace… Prova ne e il blog, che io non ritengo particolarmente valido…però se mi butto in qualcosa mi piace essere perfezionista ed eccellere, e per quello mi impegno molto….lasciati andare…se scrivere ti fa stare bene scrivi scrivi scrivi scrivi…qualcosa ne verrà fuori, no?

        Mi piace

      • devi osare…altrimenti mai nessuno ti dirà se e dove sbagli…e si impara sbagliando…. Fidati di me…ripeto, io non sono nessuno e nemmeno sono brava più di tanto…ma le emozioni vanno veicolate…a tutti i costi…

        Mi piace

  2. Il blog nasce proprio con l’idea di un diario, con tutte le differenze del caso. Oltre al piacere di scrivere, un aspetto che negli anni (ben dieci!) ho apprezzato tantissimo è stato quello di trovare e conoscere persone capaci di diventare amici a tutti gli effetti senza averti mai visto in viso. Persone che ti conoscono benissimo e che condividono con te tante sensazioni. Molte ne ho incontrate e l’amicizia si è pure rafforzata. Persino la persona che amo viene da qui. La voglia di scrivere è comunque il primo aspetto che mi tiene legato al blog.
    Felice di averti tra le mie amicizie.

    Liked by 1 persona

      • Sì, ho conosciuto tante persone attraverso il blog. Un sacco di amici tuttora presenti, pochissimi persi per strada. La più importante, un annetto e mezzo fa, è stata lei.

        Mi piace

      • la trovo una cosa bellissima. Io,nella vita, non ho conosciuto nessuno che amasse scrivere e mi sembra di capire che un blog è un luogo che regala la possibilità di fare incontri davvero preziosi!
        Hai sempre amato scrivere?

        Mi piace

      • Scrivo da sempre, anche se da piccolo, a differenza tua, non ho mai avuto un vero e proprio diario. Prima erano lettere, diverse corrispondenze con amici lontani. Poi racconti, lettere (ricambiate) anche ad amici che vedevo tutti i giorni. Lettere d’amore. Proprio la fine di un amore mi ha portato al blog che all’inizio ho usato come valvola di sfogo. Poi ha cambiato faccia e veste. Col tempo sono arrivati articoli per giornali, qualche racconto, una bozza di romanzo che non finirò mai, resoconti di viaggio. Oggi sono persino il copywriter di un’associazione culturale di cui faccio parte, senza avere un minimo di esperienza! Però mi piace, mi diverte e mi fa stare bene.
        Già dai commenti si vede che, quando inizio, ho difficoltà a fermarmi!

        Mi piace

      • WOW! come hai fatto a fare tutte queste cose? io darei un braccio (quello sinistro, il destro mi serve per scrivere),giuro! Ti prego, finisci quel romanzo tu che almeno hai avuto l’ispirazione!!
        Cosa fa un copywriter?

        Mi piace

      • Non sono poi grandi cose. Tante arrivano, un po’ per lavoro, un po’ per necessità, qualche volta perché altri te le chiedono. Col tempo si impara e fa piacere vedere che vieni apprezzato. Anche per lavoro scrivo molto, peccato che sia roba molto tecnica e senza sentimento!
        Il romanzo non credo faccia per me. Oggi sono tutti scrittori e quasi non voglio cadere nell’errore di considerarmici anche io. Per questo preferisco gli scritti brevi e più intimi.
        Il copywriter è la figura che inventa, imposta e scrive tutta la comunicazione dell’ente per cui lavora, definendo anche la strategia in termini di pubblicità. Ammetto di non avere nessuna competenza in materia né studi dietro ma sto imparando piano piano, come del resto gli altri soci nel loro campo. E’ una sfida, non raggiungerò livelli eccelsi ma credo di poter fare quello che ci serve.

        Mi piace

      • Sai, ci pensavo qualche giorno fa al fatto di non avere competenze in alcuni ambiti. A me piace pensare che chi ha il dono di saper scrivere lo possa sfruttare anche senza competenze,senza lauree, senza fogli di carta che attestino l’effettiva capacità creativa. Mi piace pensare che esista ancora la possibilità di essere scrittori come Hemingway e gli altri, semplicemente autentici, bravi, creativi, veri. Iniziare per caso e diventare un mito.
        O, almeno, sarebbe bello se fosse ancora così.

        Mi piace

      • Hai ragione però, beh, c’è differenza ad esempio tra chi scrive su un blog o un copywriter: nel primo caso puoi fare quello che ti pare senza preoccuparti di essere bravo o di essere giudicato, nel secondo hai necessità di acquisire competenze per raggiungere un risultato. Qui lo studio aiuta.
        Credo che tutto dipenda da come ti poni, da cosa vuoi, da dove vuoi arrivare. A me non interessa diventare un mito né, per dire, avere migliaia di follower sul blog. Voglio i miei amici, incontrarne magari di nuovi, condividere quello che scrivo e leggere quello che mi piace.
        Quelli bravi, creativi ci sono anche qui, sono tanti e chissà che qualcuno non diventi davvero un mito un giorno. Chissà, forse proprio tu!

        Mi piace

      • E’ necessario iscriversi via email tramite il campo sulla destra. C’è anche un tastino con la crocetta sempre a destra, in basso.
        Uso WP ma sono su un dominio privato, quindi funziona diversamente dagli altri blog che conosci.
        Ad ogni modo grazie per l’iscrizione!

        Mi piace

  3. E finalmente, tra congiuntivi dimenticati, verbi avere con l’accento e scemenze di ogni tipo… una buona penna, una che sa ancora scrivere, che sente la lingua italiana con le sue pause e la propria musicalità, una che rammenta gli insegnamenti scolastici di quando in classe si imparava veramente a scrivere, di quando i libri erano ancora dei capolavori… non ti mollerò facilmente!
    Piacere di conoscerti!
    Tatiana

    Liked by 1 persona

  4. La tua sensibilità e sincerità passa attraverso le parole che scrivi, è un piacere leggerti e continuerò a farlo:)
    anche io sono nuova in questo mondo, ho aperto un blog da un paio di mesi, perchè sentivo l’esigenza di scrivere per dare al mio lavoro un senso compiuto,il teatro è un mondo che si direbbe da favola ma non è un lavoro che vive di vetrina e esibizione…è una disciplina seria e bellissima che ha trasformato completamente la mia vita…da qui il blog e la voglia di comunicare questa passione…
    e mi auguro di riuscirci parola dopo parola…

    grazie per questo tuo post così personale e pieno di luce:) a presto

    Liked by 1 persona

  5. Ciao, prima di tutto è un piacere conoscerti e poi grazie per essere passata nel mio piccolo blog, anch’io ho cominciato cosi per caso, per poter esternare i miei molteplici interessi, anch’io ero timida, schiva, bastava un piccolo complimenti e arrossivo e mi impappinavo, poi con il tempo mi sono dovuta confrontare con il mondo del lavoro ed allora ho cominciato a capire che io ero unica ed irripetibile e piano piano diventavo sempre più sicura e sfrontata, ti posso garantire che la sensazione che si prova è fantastica!!!
    come dicevo i miei interessi sono tanti , la pittura naturalmente ( insegnavo pittura) i libri , i viaggi el la cucina cosa che mi piace immensamente, creare o rielaborare ricette, ecco il mio blog è nato cosi, per raccontarmi e a distanza di 3 anni ho conosciuto e stretto amicizia con molte persone, alcune le ho incontrate di persona e la nostra amicizia si è rafforzzata, il mio augurio quindi è una lunga vita al tuo blog ed un in bocca al lupo a te,un abbraccio a presto.
    Angela

    Liked by 1 persona

  6. Sei davvero bravissima:scrittura lineare,semplice ma ricca di emozioni ed è per questo che trasmette così tanto.
    E’ stato un peccato che tu ti sia persa un po’ nel corso degli anni ma,ne sono sicuro,ti rifarai alla grande!Basta solo che tu chiuda gli occhi e provi a tornare a quando eri bambina con il tuo diario segreto e una semplice matita,ma che riusciva a trasformare quella piccola seduta nell’ultimo banco in un gioiello più unico che raro.
    Un piacere e una fortuna averti letta ed incontrata:)
    Lorenzo

    Liked by 1 persona

  7. Ciao, ho notato che mi segui, grazieee, così ti seguuirò anhe io! 😉 Ho veramente visto con chiare immagini ciò che provi, ciò che senti quando scrivi. Ti dico, non importa ciò che gli altri ti diranno… tu scrivi scrivi, non mollare. La scrittura apre tante porte, libera energie… Continua così!!!

    Liked by 1 persona

  8. Questi pensierifusi mi piacciono! Brava, mi rivedo in alcuni dei momenti della tua vita e questo mi riempie l’animo. Ho sempre pensato che questo sia il posto giusto per persone come noi: trovo tanta gentilezza, umiltà (e pochi ruffiani …almeno finora!). Io che sono un’ottimista cronica sono convinta che qui si possano instaurare rapporti veri e sinceri seppur spesso solo virtuali. In bocca al lupo a noi “novizie” e grazie per avermi tra le tue “letture”. Happy blogging!

    Liked by 1 persona

  9. Cara ragazza dai capelli viola, il grumo si scioglie grazie alla scrittura. Il compito più bello di tutti lo scrisse anni fa un ragazzo inglese di nome John Lennon. E’ una delle mie citazioni preferite, che ti dedico con tutto il cuore:”Quando andavo a scuola, gli insegnanti mi chiesero cosa volessi essere da grande. Scrissi: “felice”. Mi risposero che non avevo capito il compito che mi era stato assegnato. Risposi loro che non avevano capito la vita”. (In inglese suona molto più bella e tagliente)

    Mi piace

    • Grazie Manuel per avermi lasciato questo commento, dici che è inevitabile che ,chi ama scrivere, prima o poi scriva ad un pubblico? bè, io ne sono la prova, giuro che non avrei mai pensato di farlo, di riuscirci!
      Grazie per avermi scritto che è un piacere leggermi, che rievoco emozioni e immagini me l’hanno detto in molti, mica me n’ero mai accorta!Grazie! 😀

      Mi piace

  10. ciao, mi fa sempre un certo effetto quando qualcuno si mette a seguire il blog. Ad essere sincero, un po’ non ci trovo il senso perché ci scrivo poco e praticamente solo delle cose che mi piacciono e che magari nessuno potrà mai approcciare di suo. Di certo fa piacere ed è un piacere leggere quello che scrivi. Poi ho letto il post sulla scrittura e sono totalmente concorde. Essere accessibili e leggibili è arduo, ma sta in questa sfida il bello di scrivere, secondo me.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...