Con l’elettricità nelle dita

Da quando ho ricominciato a scrivere non riesco a rilassarmi, sono sempre agitata. Giro per casa come un’anima in pena, tocco tutto, apro ogni sportello, tiro fuori cose che non mi servono per poi lasciarle lì, abbandonate a sé stesse, non mi concentro su cosa ho intorno e nemmeno su chi è ,disgraziatamente, lì con me. Mi accorgo di leggere tutto, dalle etichette delle bottiglie a quelle dei detersivi, leggo leggo leggo. La notte resto sveglia, con gli occhi fissi nel buio e ascolto. Ascolto i rumori fuori ma sopratutto quelli dentro. Se mi concentro delle voci cominciano a dialogare, a quel punto accendo la luce, prendo carta e penna e trascrivo tutto. Non sapete che cose belle si sono detti Lui e Lei stanotte.

Purtroppo il lavoro incombe e il tempo è sempre troppo poco.                                                                      

 

Annunci

15 pensieri su “Con l’elettricità nelle dita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...