Leggere tra le righe delle emozioni

Da quando sono su WordPress la mia vita è cambiata, voi mi avete cambiata. Migliorata. Ho una voce da far sentire e qualcuno che la ascolta. Cosa posso volere di più? Niente. Ho avuto molta fortuna e vi ringrazio tantissimo. Ma ho notato che questa fortuna non ce l’hanno tutti.

Spesso di notte rimango a leggere i post degli altri, per la ricerca utilizzo più o meno gli stessi tag che utilizzo per i miei stessi post. Emozioni, amore, sentimenti, dolore, pensiero ecc…  Ciò che spesso mi ritrovo tra le mani sono urla di dolore, di solitudine, di angoscia, di smarrimento. Mi ritrovo faccia a faccia con tanti sentimenti, spesso simili ai miei e allora capisco di non essere sola. Non sono più una strana goccia nel mare, siamo un mare di persone che prova le stesse identiche cose.

Quello che trovo più spesso? “mi sento solo/a.” Spesso non ci sono commenti né like. Io mi sentirei ancora più sola.

Tutti noi ci sentiamo soli e abbandonati ma, come sta succedendo a me, bastano poche parole per illuminare la vita di qualcun altro. Ok, non lo conosciamo e non lo conosceremo mai, probabilmente. Ma quel qualcuno potremmo essere noi. E cosa vorremmo per noi stessi? un po’ di calore.

Spesso ci fermiamo al titolo, come ci fermiamo all’apparenza. Ma quel qualcuno ha utilizzato il suo tempo per scrivere quelle righe per noi, noi potremmo regalare il nostro per leggerle. Spesso un titolo può sembrare sdolcinato o triste, possiamo non avere voglia di farci trascinare nella vita di qualcun altro quando già noi siamo pieni di casini ma io credo che potremmo fare la differenza per qualcuno. Per me l’avete fatta e la state facendo!

Allora lancio la mia proposta : dare spazio alla voce di chi ancora non conosciamo, dare ascolto a quelle grida mute, tracciate con segni grafici che chiamiamo scrittura. Io le sento, dicono ” Hey mondo, ci sono anch’io qui e nessuno sembra importarsene”.  Cerchiamo di leggere tra le righe le anime di chi scrive. La maggior parte di noi non scrive per mettersi in mostra, scrive per necessità. Parlare da soli non è bello, nemmeno non essere letti lo è.

E’ folle? mi piacerebbe tanto che tutti avessero il sostegno che sto avendo io da voi. Abbiamo un grande potere tra le mani : internet, abbiamo abbattuto  tutte le barriere fisiche, ora rimangono quelle mentali.

Vorrei che le persone che scrivono su WordPress si sentissero meno sole.

Mi aiutate? 🙂

Io nel mio piccolo voglio migliorare il mondo. Anche on line.

Annunci

24 pensieri su “Leggere tra le righe delle emozioni

  1. Sei proprio una brava. Io però leggo ciò che mi attira e non posso certo pensare di leggere tutti. Per curare però coloro di cui parli basta fargli capire che se leggono e commentano qualcuno quasi certamente vengono letti e commentati a loro volta. E’ un meccanismo crudele, ma funziona così. Per tutti.

    Liked by 1 persona

    • Concordo, il fine e’ scrivere e trasformare i tangibili quelle emozioni che altrimenti rimarrebbero solo nella testa. Sebbene vedere che altri seguono e approvano ciò che di scrive sia piacevole e molto incitante a proseguire! 😉😔

      Mi piace

  2. Social… social… ho già scritto molto su questo pensiero.
    Io sono stato molto solo, per questo mi metto sempre a disposizione per l’ascolto e, se posso, vicinanza.
    Adesso solo non lo sono più, ho finalmente una compagna. E questo mi ha cambiato la vita, per l’ennesima volta. Come il blog: una valvola di sfogo anche (non solo) per una solitudine che ha incrostato le pareti dell’anima.
    Tu sei molto generosa, e la tua continua donazione verso gli altri non può che farti onore.
    Il mondo, oggi più che mai, ha bisogno di gente come te. Non lo dico per un complimento gratuito, non ne faccio mai, così come i miei like non sono mai gratuiti. Leggo sempre moltissimo e commento dove lo ritengo opportuno, per cui se dico che sei davvero generosa, è la verità.
    E se leggi la mia infopage, troverai che io leggo sempre tra le righe… e tra le pieghe.

    Mi piace

  3. ‘Giorno cara amica, io sono stata “assente” per un po’…piccole noie di salute, ma ti ho letto. Vero….il blog sa regalare mondi e persone nuove. Tu hai un’anima delicata e meriti tutte le attenzioni che questo ( ed altri ) luoghi sapranno, certamente, dedicarti…

    Mi piace

  4. Bellissimo post.
    Peccato però che con i fatti tu non ti sottragga alla becera abitudine di seguire un blog senza neanche aprire una pagina dello stesso, con il solo obiettivo di essere a tua volta seguita.
    Trucchetti diffusi ed innocui, ma se poi scrivi un post così, odora di ipocrisia.
    Magari mi sbaglio e sarei felice se mi facessi cambiare idea.

    Mi piace

    • Ciao Beatrix,
      innanzitutto ti dico che da quando ho aperto il blog ad agosto non ho avuto bisogni di usare trucchi per dirottare la gente sul mio blog,anzi. Le persone mi leggono perché quello che scrivo piace. Il tuo è il primo commento malevolo che ricevo (mi chiedevo quanto ci mettesse ad arrivare).
      Non credo di dovermi giustificare in alcun modo con te per averti aggiunto al blog senza averti lasciato un like o un commento, o addirittura per non averlo aperto nella sua interezza ( io leggo molti post dalla home,senza aprire il blog in sé, e li aggiungo da lì,basta che mi sia piaciuta una singola parola; se non si potesse fare non avrebbero messo la home, non credi?).
      Tanto meno mi devo giustificare con te dal momento che ho scritto questo post, che credo tu non abbia compreso a pieno. Te lo semplifico: Io ho un sacco di seguito con il mio blog, ho creato tanti bei legami di penna e mi sento davvero fortunata.Ho constatato che , però, ci sono molte persone che scrivono molto bene e hanno belle cose da dire ma che hanno poco seguito se non addirittura nessuno. Scrivere un blog senza nessuno che ti lasci un feedback ha poco senso(secondo me, in molti la pensano diversamente). Questa è una mia riflessione, partita dall’umiltà di non capire perchè io ho avuto questo mini successo e gli altri no.
      Se tu l’hai trovato un discorso ipocrita mi dispiace per te, se hai sentito il bisogno di scrivermi queste parole mi dispiace ancor di più e mi è chiaro che nemmeno tu abbia letto il mio blog per intero. Se l’avessi fatto non ti saresti permessa di fare simili accuse.
      Puoi aggiungere anche tutto il mondo ai tuoi contatti, ma se il blog non è interessante non serve a molto.
      “Magari mi sbaglio e sarei felice se mi facessi cambiare idea.” e scusa, come dovrei fare a farti cambiare idea? leggendo tutto il tuo blog?lasciandoti un commento così ti rilassi? non mi pare il caso.
      Io dico sempre, che ognuno pensi ciò che vuole ma che non rompa le scatole agli altri.
      Sii felice, pensa che hai qualcuno che ti segue e stop.
      Ciao,buona giornata.

      Mi piace

      • L’unica cosa malevola che avevo in mente era che non avresti mai pubblicato il mio commento ed invece lo hai fatto e ciò ti fa onore.
        Il resto era solo una mia reazione all’ipocrisia e al buonismo imperante.
        Mi occupo anche di comunicazione on line nella vita off line e se volessi che il mio blog prendesse il volo farei altro che tenere un diario segreto pubblico.
        Sì è un moderno ossimoro, e ce ne sono milioni così nelle pieghe del web, milioni di persone che scrivono per sè, a volte a scopo terapeutico, a volte ludico e non hanno l’ossessione delle statistiche, delle visite e del successo misurato in like o commenti per lo più del tenore: “quanto sei brava”.
        Ti è arrivato un commento diverso e sei scattata.
        Il giochino che hai fatto,( ma sei in buona compagnia e lo insegnano anche nelle scuole di comunicazione on line, non ti metteremo al rogo per questo) lo detesto in generale ed in contesti diversi da questo, però se scrivi un post come questo, ti metti nella condizione di ricevere commenti come il mio.
        Una buona giornata a te
        ps il mio “sarei felice se mi facessi cambiare idea” era per stimolare la tua risposta sul TUO blog e, per la cronaca, la felicità la trovo in altro che nei commenti 🙂

        Mi piace

      • Perche non avrei dovuto pubblicarlo? È un parere come un altro, anche se sbagliato.
        Non sono scattata, ho solo chiarito la faccenda. Ma non c’è piu sordo di chi non vuol sentire, dicono. Mi pare abbiano ragione.
        Lo so, quel post richiamerà commenti come il tuo, ma va bene cosí. Se si hanno frustrazioni da scaricare, eccomi. Faccio l’educatrice e ci sono abituata. Io non mi occupo di comunicazione, mi occupo direttamente delle persone e penso di farlo discretamente bene.
        Stando coi ragazzini ci sono certi evergreen che non passano mai di moda, tipo :
        Il primo che accusa qualcun altro di aver scorregiato è il primo ad averla sganciata.
        Mi pare si adatti bene alla situazione, giusto per non usare il solito “avere la cosa di paglia” o il “culo sporco”.

        Mi piace

  5. sì, hai colto nel segno, la mia era frustrazione e sì, anche io uso quel giochino di cui mi hanno detto le statistiche del blog, non un uccellino.
    Invidio sempre le persone che riescono a vivere in un modo fatto di certezze. Forse.
    Ancora una buona giornata

    Mi piace

    • Ma anche se fosse, a te che te ne importa? Non hai niente di meglio da fare che farti del nervoso su un blog?
      Io ho appena passato un’ora ad imboccare una ragazza tetraplegica, e sai che ti dico che il mio mondo non è fatto di certezze ma so per certo che le cose importanti sono altre e criticare,giudicare e rompere i coglioni agli altri non serve a nessuno, tanto meno a te. Ci sono persone che hanno ancora buoni sentimenti e io sono tra queste. Se questa cosa ti crea un disagio il problema è tuo, non mio. Prima di giudicare leggi tra le righe per capire con chi stai parlando. Forse hai ragione, mi sarà proprio scappato un click sul tuo blog, perchè non so spiegarmi nemmeno io perchè abbia pensato di seguirti. Ciao.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...